23/05/2020

Consigli per giovani cinefili al tempo del Coronavirus #12

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Dodicesimo appuntamento della rubrica “Consigli per giovani cinefili al tempo del Coronavirus”, curata da Schermi e Lavagne – Dipartimento educativo della Cineteca di Bologna e dedicata  alle ragazze e ai ragazzi che in questo periodo sono impossibilitati ad andare a scuola, seguire le lezioni e frequentare le sale cinematografiche.
Ogni settimana, un film e cinque buoni motivi per cui i giovani cinefili contemporanei dovrebbero (ri)scoprire un grande classico, un capolavoro contemporaneo o un grande autore della cinematografia mondiale.

p
La settimana scorsa vi abbiamo puntata speciale con un documentario italiano del 2012, God Save the Green di Michele Mellara e Alessandro Rossi (scopri tutte le puntate precedenti).
In questo nuovo episodio torniamo al cinema classico con il mash-up tra commedia e dramma del film L’appartamento di Billy Wilder (USA/1960), con Jack Lemmon e Shirley MacLaine.

Tra satira spietata e fascino esuberante, The Apartment alterna momenti dolorosi come un pugno allo stomaco e scene esilaranti. Wilder prende la storia pruriginosa di un impiegato che per far carriera presta il suo appartamento ai superiori in vena di scappatelle e la trasforma in una sorprendente e sentita difesa della dignità umana. Jack Lemmon, mai così divertente e così commovente, è un uomo che fa del suo meglio per conformarsi a una cultura volgare, superficiale e spudoratamente sessista. Shirley MacLaine infonde un brio corroborante in colei che è una vittima di tale cultura.
Wilder si portò a casa tre Oscar (sceneggiatura, regia e miglior film).

p
L’appartamento
è in streaming su Google Play e YouTube.
p
Scopri di più cliccando sui nostri 5 buoni motivi per (ri)vedere il film: 

L’idea del film

Billy Wilder, tra dramma e commedia

• Fran e Baxter: una coppia indimenticabile

• Nulla è per caso: gli ambienti e gli oggetti nell’Appartamento 

• Per dirigere una buona commedia bisogna essere molto seri

pp

#Savethedate | Appuntamento lunedì 25 maggio dalle ore 17.00 con una doppia diretta sul profilo Facebook della Cineteca di Bologna, nella rubrica Cineclub a distanza: un’introduzione al film seguita dalla visione autonoma di The Apartment, e successiva discussione durante la quale potrete proporre le vostre riflessioni e domande.

p

Intorno a The Apartment e Billy Wilder, consigliamo anche:

 

FILM

Della filmografia di Billy Wilder consigliamo la visione di:
Viale del tramonto (1950), A qualcuno piace caldo (1959) e Irma la dolce (1963).

Consigliamo inoltre:
La folla di King Vidor (1928)
Tempo di divertimento di Jacques Tati (1967) 
Mister Hula Hoop scritto e diretto da Joel e Ethan Coen (1994)

LETTURE

Consigliamo la lettura del prezioso libro-intervista Conversazioni con Billy Wilder di Cameron Crowe
Trilogia di New York di Paul Auster composta da tre romanzi: Città di vetro, Fantasmi, e La stanza chiusa, tre detective stories ambientate in una New York surreale.
New York: la Grande Città di Will Eisner
Drinking at the movies. Un anno a New York di Julia Wertz
Gli inquilini di Bernard Malamud

 

MUSICA

Oltre all’ascolto della colonna sonora originale del film, firmata da Adolph Deutsch ed in particolare dell’incantevole brano Main theme from The Apartment consigliamo:

Baustelle, Io e te nell’appartamento (Sussidiario illustrato della giovinezza, 2000)
Francesco De Gregori, Rimmel (Rimmel, 1975)
Cesare Cremonini, La nuova stella di Broadway (La Teoria dei colori, 2012)p

Se siete interessati a rimanere in contatto con noi per future iniziative rivolte a ragazzi e ragazze scrivete a schermielavagne@cineteca.bologna.it

p

Rubrica a cura di Schermi e Lavagne; testi di Giuliana Valentini; redazione: Matteo Lollini. Contributi: Associazione Hamelin e Staradio.