Sab

02/07

Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni > 15:45

1916. Commiato

Eleuterio Rodolfi
Accompagnamento al piano di

Gabriel Thibaudeau

Stando ai registri degli archivi, circa 1560 film del 1916 risultano tuttora esistenti (più il consueto numero sconosciuto di casi non registrati/identificati). Di questi, circa trenta vengono mostrati al Cinema Ritrovato 2016. Se vi verrà voglia di saperne di più sugli altri 1530 e sui tanti che non sono sopravvissuti, qualche lettura vi sarà d’aiuto. Gli elenchi di titoli, le recensioni d’epoca e i cataloghi delle compagnie di produzione costituiscono un repertorio affascinante, e pur senza aver visto i film se ne ricava una vivida impressione. Alcuni titoli sono semplicemente perfetti in sé, come Shooting at random (Sparare a casaccio) o Starved to Death in a Restaurant (Morire di fame in un ristorante), entrambi dalle serie Heinie e Louie. E non piangiamo troppo sui film perduti; non tutti i vecchi film erano buoni film. Dalle recensioni del 1916: “Insulso dramma”, “Un lavoro che non dice niente”, “Allegoria puerile”, “Soggetto semplicemente stupido”, “Un migliaio di metri sprecati”, “Soggetto arcitrito, svolto male”, “Ridicolo”, “Interpreti scadenti”… e così via, all’infinito (da Vittorio Martinelli, Il cinema muto italiano 1916, 1992).
Spero che le proiezioni del 1916 non vi abbiano fatto morir di fame in un ristorante, che siate vivi e che abbiate ancora posto per un po’ di dolce. I film di nonfiction del 1916 (Staalfabrieken Krupp e Hawaii) possono essere magici quanto i meravigliosi Lumière di vent’anni prima (Dechargement du coke; Panorama de l’arrivée du train de Perrache prise du train). E perché chiedere il dramma, quando abbiamo la commedia?

Mariann Lewinsky

Info sulla
Proiezione

Sabato 02/07/2016
15:45

Sottotitoli

Versione originale con traduzione simultanea in cuffia

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

LA MERIDIANA DEL CONVENTO

Scheda Film

Il pittore Vaser riesce, con un travestimento, a ottenere l’incarico di restaurare gli affreschi del convento di Santa Ingenua. Liliana, una delle giovani educande, invita l’amica Gigetta e la zia per presentare loro il fratello, il tenente Giorgio. Gigetta e Giorgio s’innamorano ma un imprevisto ostacola il loro matrimonio. Durante una merenda all’aperto organizzata da suore ed educande, Gigetta sale su un albero e il pittore Vaser le scatta una foto ‘osé’. Inizia una serie di peripezie per il recupero della foto e della lastra compromettenti che coinvolge, oltre al convento, anche un’intera caserma di soldati e il commissario di polizia. Lieto fine: la lastra è distrutta e la stessa Gigetta strappa maliziosamente la fotografia senza mostrarla al pubblico. La commedia, di dirompente malizia e contagiosa allegria, non rinuncia a un velato riferimento alla guerra in corso con le scene della revisione dei riformati classe 1876. Notevoli i costumi, in particolare le mise vezzose – da signorina borghese ad amazzone – della Morano qui attrice matura, affiancata dalla fresca bellezza della Tonini tanto radiosa quanto poco conosciuta.

Claudia Gianetto

Cast and Credits

F.: Giovanni Vitrotti. Int.: Gigetta Morano (signorina Gigetta Morano), Ercole Vaser (il pittore), Liliana (Maria Tonini), Adele Zoppis (suora superiora), Umberto Scalpellini (il giardiniere). Prod.: S.A. Ambrosio. 35mm. L.: 650 m. D.: 32’ a 18 f/s. Bn.

ARTIESTENZOMERFEEST

Anno: 1916
Paese: Olanda
Durata: 1'
Versione del film
Didascalie olandesi
Audio
Muto
Edizione
2016

STAALFABRIEKEN KRUPP

Anno: 1916
Paese: Germania
Durata: 18'
Versione del film
Didascalie tedesche
Audio
Muto
Edizione
2016

LAGOURDETTE GENTLEMAN CAMBRIOLEUR

Regia: Louis Feuillade
Anno: 1916
Paese: Francia
Durata: 28'
Versione del film
Didascalie francesi
Audio
Muto
Edizione
2016

HAWAII: THE PARADISE OF THE PACIFIC

Regia: Lyman H. Howe
Anno: 1916
Paese: USA
Durata: 9'
Versione del film
Didascalie olandesi
Audio
Muto
Edizione
2016