Cinefilia Ritrovata, focus su: ‘Casco d’oro’ e ‘Voyage à travers le cinéma français’

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Nuovi articoli dal magazine della Cineteca di Bologna:

  • “Je n’éprouve pas d’intérêt réel pour ce qui est exceptionnel”: così ebbe a dire Jacques Becker a Truffaut e Rivette, nella prima delle celebri interviste che i “giovani turchi” dedicarono ai loro auteurs-feticci sulle pagine dei Cahiers du cinéma. Becker era certamente uno di loro – l’unico, insieme a Bresson, ad essere risparmiato dall’ignominiosa etichetta di “qualità francese”, e per Truffaut, che amava stilare elenchi e classifiche, Casco d’oro stava in cima alla lista dei suoi film migliori.
    Continua a leggere: Cinema Ritrovato 2016: Casco d’oro di Maria Sole Colombo

  • Quale miglior luogo e Il Cinema Ritrovato per una panoramica mozzafiato sulle glorie del cinema francese? Bertrand Tavernier ripercorre la storia di una delle cinematografie più blasonate del mondo con un documentario monumentale e squisitamente cinefilo. Prospettiva scevra da ogni tentazione di oggettivismo, Voyage à travers le cinéma français è un viaggio dove i ricordi del cineasta costituiscono itinerario e mappa, tracciando un percorso che molto spesso esce dalle rotte ufficiali.
    Contina a leggere: Cinema Ritrovato 2016: Voyage à travers le cinéma français di Gregorio Zanacchi Nuti