17/03/2020

Fuori Cinema | Film in TV (ma da vedere) _ mercoledì 18 marzo

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Seconda puntata con i consigli di visione per orientarsi nel palinsesto televisivo e mantenere viva la passione per il grande cinema che ci accomuna.

Ecco dunque i nostri 5 suggerimenti sulla programmazione della giornata:
p

TI HO SPOSATO PER ALLEGRIA (1967, 99 min) di Luciano Salce
[Cine34 (canale 34), ore 12.35]

Tratto dalla deliziosa commedia teatrale di Natalia Ginzburg (che collabora alla sceneggiatura), è un film curioso e anomalo nel genere umoristico nostrano, come anomala e lunare è la coppia protagonista (Monica Vitti e Giorgio Albertazzi). Salce ha qualche difficoltà a tradurre in cinema la pièce e a contenere l’esuberanza della Vitti.

Approfondimenti

Luciano Salce intervista Natalia Ginzburg sulla commedia teatrale da cui è tratto il film; antologia critica e scheda tecnica e artistica del film dal sito dedicato a Luciano Salce.
p

LA CASA SUL MARE (2017, 107 min) di Robert Guédiguian
[Rsi La2, ore 22.45]

Guédiguian ritorna con intensità e malinconia agli ambienti di Marsiglia, cuore del suo cinema, raccontando il ritrovarsi di tre fratelli intorno al vecchio padre malato nella casa della loro infanzia. È un’occasione cechoviana per fare bilanci sugli idealismi di un tempo e riflettere amaramente sul tempo trascorso. Finché non arriva il presente, personificato da tre ragazzi migranti, naufraghi da una tempesta.

Approfondimenti

Recensione del film di Jacques Mandelbaum (in francese in Le Monde), analisi critica di Télérama (in francese), intervista al regista Robert Guédiguian sul film e intervista alla protagonista Ariane Ascaride e al regista.

p

CACCIA A OTTOBRE ROSSO (1990, 135 min) di John McTiernan
[Paramount Network (canale 27), ore 23.00]

L’Ottobre Rosso è un sommergibile nucleare sovietico appena inaugurato che il capitano Sean Connery, asso della marina, conduce in direzione degli Stati Uniti disobbedendo agli ordini delle autorità URSS. Con quali intenzioni? Dal bestseller di Tom Clancy, fu realizzato in piena Perestrojka e la regia di McTiernan crea una vertiginosa suspence basandosi più sulle psicologie e i silenzi che sugli effetti.

Approfondimenti

Recensione su Esquire (in inglese), il making of del film, intervista audiovisiva a John McTiernan e intervista audiovisiva a Sean Connery e Alec Baldwin.
p


MATADOR (1986, 96 min) di Pedro Almodóvar
[Cielo (canale 26), ore 0.45]

Almodóvar rovescia il mito iberico (e macho) del torero, rendendolo un assassino seriale di ragazze che trova il suo doppio femminile in un’avvocatessa che uccide i suoi amanti al momento dell’orgasmo. Dedicato a Buñuel, è un mélo crudele, sarcastico e provocatorio dove sesso fa rima con morte. 

Approfondimenti

Presentazione del film di Pedro Almodovar (inglese) e intervista a Pedro Almodovar sulla sua vita e il suo cinema.
p
p

Quinto suggerimento sul palinsesto di giovedì 19 marzo, ma molto presto la mattina:

LO SCEICCO BIANCO (1952, 86 min) di Federico Fellini
[Cine34 (canale 34), ore 7.15]

Primo film interamente realizzato da Fellini e uno dei primi ruoli da protagonista di Alberto Sordi, smaschera con icastica ironia il mondo di cartapesta dei fotoromanzi e l’ipocrisia del matrimonio e intanto racconta l’Italia dei primi anni ’50, inibita, infantile e repressa. In una piccola parte, appare anche Giulietta Masina nello stesso ruolo della prostituta Cabiria che riprenderà da protagonista cinque anni dopo.

Approfondimenti

Rimandiamo, in questo caso, alle ricche schede del progetto di distribuzione Il Cinema Ritrovato al Cinema curate dalla Cineteca di Bologna.

p
Selezione, commenti e approfondimenti a cura di Roberto Chiesi.