DVD AWARDS 2015 – XII edizione: i vincitori

Giurati: Lorenzo Codelli, Alexander Horwath, Lucien Logette, Mark McElhatten, Paolo Mereghetti, Jonathan Rosenbaum; presidente: Paolo Mereghetti.

MIGLIOR DVD (PREMIO PETER VON BAGH)

THE HOUSE OF MYSTERY/LA MAISON DU MYSTÈRE (Francia/ 1921-1923, Alexandre Volkoff), Flicker Alley, LLC and The Blackhawk Films Collection

THE HOUSE OF MYSTERY, protagonista il formidabile Ivan Mosjoukine, è uno dei serial più eccezionali di tutti i tempi; originale ed emozionante, si distingue nettamente da Feuillade o Gaston Ravel ed è l’unico fra i tre serial prodotti da Albatross ad essere sopravvissuto, per quanto si sappia. Peter Von Bagh ha fatto conoscere questo film a Bologna nei primi anni della sua attività come direttore artistico del Cinema Ritrovato, e ancora adesso rimane un brillante esempio di restauro analogico.

 

MIGLIOR BLU-RAY

THE CONNECTION: PROJECT SHIRLEY VOL. 1 (USA/1961, Shirley Clarke), Milestone Film & Video

PORTRAIT OF JASON: PROJECT SHIRLEY VOL. 2 (USA/1967, Shirley Clarke), Milestone Film & Video

ORNETTE: MADE IN AMERICA: PROJECT SHIRLEY VOL. 3 (USA/1984, Shirley Clarke), Milestone Film & Video

La lodevole dedizione di Milestone nel preservare e promulgare il lavoro di uno dei pionieri del Nuovo Cinema Americano, l’instancabile Shirley Clarke, è una scrupolosa e appassionata ricerca che merita il massimo riconoscimento. Questa casa di produzione sta facendo qualcosa di eccezionale nel restaurare e distribuire ognuno di questi titoli e continuando a distribuire raccolte di cortometraggi e bonus in formato digitale.

 

MIGLIORE COLLANA / COFANETTO

CAMERA OBSCURA: THE WALERIAN BOROWCZYK COLLECTION

(Polonia-Francia/1959-1975), Arrow Films

Un ottimo cofanetto che mostra un lavoro di ricerca ed un’accuratezza impeccabili. Le nuove copie proposte sono fantastiche e anche la grafica dei sottotitoli è di una qualità superiore se paragonata alla maggior parte delle proposte prese in esame. Questa edizione della Arrow Films è un esempio di generosità, immaginazione e intelligenza nella sua preparazione e presentazione. Una vera opera d’arte.

 

MIGLIOR RISCOPERTA DI UN FILM DIMENTICATO (IN DVD)

LES HAUTES SOLITUDES (Francia/1974, Philippe Garrel), RE:VOIR Vidéo

Film sperimentale e insieme film umanissimo e disperato, Les hautes solitudes riemerge da un passato dimenticato troppo in fretta grazia all’ottima edizione di Re-Voir Video. La scommessa di filmare senza parole e senza storia il volto di Jean Seberg è vinta da Philippe Garrel grazie alla dolce tenerezza di una macchina da presa che riesce a scavare dentro il volto di un’attrice ieri celeberrima e oggi (nel 1974 quando fu girato il film) sull’orlo dell’alcolismo e della depressione rivelandone tutti i più nascosti segreti. Una proposta coraggiosa e da non perdere.

BLÁZNOVA KRONIKA/A JESTER’S TALE (Cecoslovacchia/1964,

Karel Zeman, Second Run DVD

Karel Zeman torna finalmente alla ribalta. Blaznova kronika è una delle opere in cui più armoniosamente viene mescolato tutto ciò che rende unico il suo lavoro: il reale e il sogno, il comico e il drammatico, la naïveté (vera e falsa) e l’invenzione poetica, messa in rilievo dagli ammirevoli effetti speciali. Invisibile per troppo tempo, il film testimonia il singolare talento di uno dei cineasti cechi più interessanti della seconda metà del secolo scorso.

 

MIGLIORI BONUS

LES BLANK: ALWAYS FOR PLEASURE (USA/1968-2005), The Criterion Collection

Gnam! Gnam! È un grande piacere gustare le 22 ricette cucinate, condite e servite dal regista-chef Les Blank (1935-2013). Un risultato sorprendente, prodotto in modo del tutto indipendente dal 1968 al 2005 e restaurato in 2k. I suoi viaggi in stile Flaherty nelle comunità creola e Cajun, in Texas e nelle terre del jazz di New Orleans e oltre. Booklet, interviste, scene inedite e “assaggi” di progetti in continua evoluzione riportano in vita “il narratore di un’America migliore”- come lo descrive il suo vecchio amico Werner Herzog.

 

MENZIONE SPECIALE

THE MARCEL PEREZ COLLECTION (Italia-USA/1911-1921, Marcel Perez) Undercrank Productions (Dvd)

THE MACK SENNETT COLLECTION. VOLUME UNO (USA/1909-1933) Flicker Alley, Keystone Films, LLC; CineMuseum, LLC (Blu-ray)

 

MENZIONI INDIVIDUALI

I giurati desiderano sottolineare che nessuno di loro è in grado di conoscere tutte le più importanti edizioni esistenti in DVD e in Blu- ray. Anche se tutti i giurati hanno incontrato esempi notevoli, alcuni dei quali non sono stati selezionati per il concorso, questi meriterebbero in ogni caso una conoscenza più approfondita. Per questo ognuno ha selezionato uno o più dvd di cui vorrebbe consigliare la visione (anche se Mark Mc Elhatten non ha potuto partecipare a questa edizione del festival e non ha fornito una propria selezione, egli è stato membro attivo della giuria e ha contribuito a stilare questa lista).

Lorenzo Codelli: Maclean Rogers’ I’LL WALK BESIDE YOU (UK/1943) and Carol Reed’s THE STARS LOOK DOWN (UK/1939), Renown Pictures (both DVDs).

Lucien Logette: LE BONHEUR EST POUR DEMAIN è un film scomparso, mai più diffuso dal 1962, l’unico lungometraggio di Henri Fabiani, documentarista un tempo rinomato, ormai dimenticato. Si tratta di una delle uniche apparizioni della classe operaia all’interno del cinema francese dell’epoca, e che annuncia, in maniera latente, i cambiamenti sociali di quel decennio.

Alexander Horwath: ERSTER WELTKRIEG ARCHIV EDITION.

Dvd 1: DAS ALTE EUROPA AM VORABEND SEINES UNTERGANGS.

Dvd 2: AUFMARSCH DER ARMEEN (1900-1915) Deutsches Filminstitut, Absolut Medien;

LES CROIX DE BOIS (Francia/1932) di Raymond Bernard, Pathé Distribution;

THE BATTLES OF CORONEL AND FALKLAND ISLANDS (GB/1927) di Walter Summers, BFI

J’ACCUSE (Francia/1919) di Abel Gance, Lobster Films

Paolo Mereghetti: RENÉ VAUTIER EN ALGÉRIE – Éditions les Mutins de Pangée.

Jonathan Rosenbaum ha selezionato CHARLEY VARRICK/DER GROSSE COUP, un eccezionale blu- ray Tedesco prodotto dalla Koch Media GmbH del film del regista Don Siegel, un thriller dimenticato e ben fatto del 1973. Tra i contenuti speciali un documentario brillante e dettagliato di Robert Fischer sul making- of del film.

I finalisti