Ven

28/06

Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni > 11:15

1919 / KALIYA MARDAN / Corti salesiani

Dhundiraj Govind Phalke
Introduced by

Stella Dagna (Museo Nazionale del Cinema, Torino), Elena Testa (Archivio del Cinema di Impresa di Ivrea), Bartolomeo Corsini

Accompagnamento al piano di

Stephen Horne e alla batteria Frank Bockius

Info sulla
Proiezione

Venerdì 28/06/2019
11:15

Sottotitoli

Versione originale con sottotitoli

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

KALIYA MARDAN

Scheda Film

Il 1919 vide inasprirsi i moti nazionalisti nell’India Britannica e fu anche un anno importante per il cinema indiano, a soli sei anni dalla proiezione del primo lungometraggio, Raja Harishchandra di D.G. Phalke. In quello stesso anno R. Nataraja Mudaliar di Madras girò Keechaka Vadham, il primo film prodotto nell’India meridionale, e uscì anche Bilwamangal, riscoperto recentemente e considerato il primo film muto dell’industria cinematografica bengalese. Sempre nel 1919 Baburao Painter usò la prima macchina da presa di fabbricazione indiana per girare il suo film d’esordio, Sairandhri. Lokmanya Tilak, leader del movimento indipendentista indiano, ne fu così colpito da conferire a Painter il titolo di ‘Cinema Kesari’.
Fu in questo periodo che uscì Kaliya Mardan di Phalke, sull’infanzia della divinità induista Krishna, interpretato dalla figlia di sette anni del regista, Mandakini Phalke. Nel 1910, dopo aver visto un film sulla vita del Cristo ed esserne rimasto molto colpito, Phalke aveva scritto: “Potremo mai, noi figli dell’India, vedere sullo schermo immagini indiane?”. Kaliya Mardan è un ulteriore passo verso la rappresentazione cinematografica della mitologia indiana dopo i suoi precedenti Lanka Dahan e Shri Krishna Janma.
Interessante è l’inizio del film, con quello che sembra essere un provino: dopo un cartello con la scritta “Studio delle espressioni facciali di una bambina di sette anni”, vediamo Mandakini che mima vari stati d’animo. La trama si dipana poi tra le birichinate di Krishna ed episodi che mettono in luce la sua benevolenza. Il film è degno di nota anche per gli effetti speciali, in particolare l’emblematica sequenza subacquea che illustra la vittoria di Krishna sul serpente Kaliya dopo un’epica battaglia. La scena culminante è una celebrazione trionfale durante la quale pare che il pubblico intonasse canti devozionali e scandisse slogan nazionalisti. La vittoria di Krishna sul serpente demone è stata interpretata come un simbolo del movimento nazionalista e della lotta per rovesciare il dominio coloniale britannico. Il film ebbe un grande successo e rimase in cartellone per dieci mesi. Questo è l’unico film di Phalke a essersi conservato quasi intatto grazie al lavoro dell’archivista P.K. Nair, che per ricostruirlo mise faticosamente insieme diversi frammenti basandosi sulle note scritte dallo stesso Phalke nel suo diario.

Shivendra Singh Dungarpur

Cast and Credits

T. alt: The Childhood of Krishna. Scen., F.: Dhundiraj Govind Phalke. Int.: Mandakini Phalke (Krishna), Anna Salunke (Yashoda), Neelkanth, Sahadevrao Tapkire, Baburao Patil. Prod.: Hindustan Cinema Film Co.. 35mm. L.: 1353 m (incompleto). D.: 60’ a 20 f/s. Bn

LION NOIR: CIRAGE CRÈME IMPERMÉABLE

Regia: Robert Lortac
Anno: 1919
Paese: Francia
Durata: 1'
Versione del film

Didascalie francesi

Audio
Muto
Edizione
2019

À TRAVERS LE MAROC. SÉFROU ET LES LAVEUSES DE LAINES

Anno: 1919
Paese: Francia
Durata: 6'
Versione del film

Didascalie francesi

Audio
Muto
Edizione
2019

[TRAILER: DIE HERRIN DER WELT]

Titolo Internazionale
Mistress of the World
Titolo Italiano
La signora del mondo
Regia: Joe May
Anno: 1919
Paese: Germania
Durata: 3'
Versione del film

Didascalie olandesi

Audio
Muto
Edizione
2019

POPOLI E CIVILTÀ INDIANE. La misteriosa terra di fastosi imperi e di superstizioni stravaganti

Anno: 1928
Paese: Italia
Durata: 9'
Versione del film

Versione italiana

Audio
Sonoro
Edizione
2019

TERRE MAGELLANICHE [Terra del Fuoco]

Regia: Alberto Maria De Agostini
Anno: 1928
Paese: Italia
Durata: 11'
Versione del film

Versione italiana

Audio
Sonoro
Edizione
2019