In Evidenza

Mostre

Dai social

Follow us on Facebook

Cineteca di Bologna ha condiviso l'Bologna Food Art Week al Mercato Ritrovato di Mercato Ritrovato.

Sabato mattina in Piazzetta Pasolini
BOLOGNA FOOD ART WEEK AL MERCATO RITROVATO
Sabato 23 settembre, dalle 9.00 alle 14.00
bit.ly/2yiDPKP

Bologna Food Art Week attraversa la nostra città e passa anche dal Mercato Ritrovato per una mattinata di contaminazione tra cibo e arte:

• dalle 11 con l'installazione 'To meat or not to meat' in Piazzetta Magnani
• sempre in Piazzetta Magnani alle 11.30 Un Lab-Lib da mangiare. Per Bologna Food Art Week, workshop per bambini by Bradipo Spazio per la cultura per l'infanzia in collaborazione con Local to you
• alle 11.30 ma in Piazzetta Pasolini con la performance di danza di #IaraGuedes.

E poi, come ogni sabato, circa quaranta produttori agricoli e artigianali del nostro territorio vi aspettano per passare una mattina a #kmzero nelle Piazzette Magnani e Pasolini: spesa stagionale e locale, spazi didattici per bambini, laboratori e degustazioni, cibi e musica di strada, birre artigianali e vini autoctoni.

Qui trovate il resto della ricca programmazione di BFAW: Bologna Food Art Week
... See MoreSee Less

'L'ORDINE DELLE COSE' E IL SUD DEL MONDO
In #primavisione in #SalaCervi: bit.ly/2wEYhJT

Girato quasi come un film documentario (grazie alla purezza e spontaneità delle immagini e ad una narrazione dettagliata e giornalistica della realtà) L'ordine delle cose è una pellicola fortemente politica, nella misura in cui porta sotto i riflettori dei mass media e dell’opinione pubblica una questione, quella dell’#immigrazione “clandestina”, tanto abusata quanto mai esaminata sotto la corretta prospettiva. #AndreaSegre ha dichiarato sulla genesi del film: “L’ordine delle cose non sempre è quello che noi vorremmo. A volte la soluzione di un problema, come diceva mio padre che era uno scienziato, dipende dalla definizione che di esso viene data”. Così Segre ha girato un film di scrittura, tra il mare della Sicilia (Mazara del Vallo) e la sabbia assolata della Tunisia, che si pone come obiettivo quello di ridefinire i contorni di una delle questioni più scottanti di oggi: l’immigrazione.

Continua a leggere il pezzo di Francesca Divella del team critico di #CinefiliaRitrovata: bit.ly/2wLmJV1

#bolognacultura
... See MoreSee Less

View on Facebook

Follow us on Instagram

Follow us on Twitter