Ven

23/07

Auditorium DAMSLab > 14:30

WOODCUTTERS OF THE DEEP SOUTH / WORKING TOGETHER

Introduce

Michael Rogosin

Info sulla
Proiezione

Venerdì 23/07/2021
14:30

Sottotitoli

Versione originale con sottotitoli

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

Prenota

WOODCUTTERS OF THE DEEP SOUTH

Scheda Film

Nel 1972 grazie a Francis Walters sentii vagamente parlare di un singolare gruppo sorto vicino a Montgomery, Alabama. Era un’organizzazione di mezzadri bianchi e neri che tagliavano anche pini bianchi per le cartiere come lavoratori indipendenti. Malgrado li dividesse uno storico antagonismo, in qualche modo si erano uniti formando una cooperativa. Mi sembrava il soggetto ideale per illustrare le dinamiche dell’ostilità tra bianchi e neri e un tentativo molto creativo di superare quell’ostilità attraverso la reciproca cooperazione. […]

Il motore primo dell’organizzazione era James Simmons, che potremmo definire un agricoltore indipendente, un redneck di origini mezzadrili. […] I taglialegna lottavano strenuamente. Vendevano la loro produzione alle cartiere a condizioni marginali. Finanziavano i camion e le attrezzature attraverso le aziende, con un metodo molto simile al vecchio sistema della mezzadria, così che dopo alcuni anni i prestiti e gli interessi erano esorbitanti e sotto il controllo nominale delle aziende a causa di questo indebitamento.

Simmons e altri mezzadri decisero di unirsi per ottenere dalle aziende condizioni più eque, compresa un’assicurazione sulla vita e gli infortuni data la pericolosità del lavoro. Nel Sud poteva essere l’inizio di una nuova era. Andai a Tuscaloosa per incontrare James; sentivo che c’era da fare un film importante. Feci diversi viaggi in Alabama per capire come funzionava la Cooperativa dei taglialegna. […]

Cominciai a sospettare che ci fossero infiltrati dell’FBI. All’epoca l’FBI infiltrava pesantemente i movimenti per i diritti civili e altre organizzazioni di sinistra e di estrema sinistra. Martin Luther King era stato assassinato; si era attentato più volte alla vita di Castro. […] Tra tutti questi fatti c’era un collegamento. Nel mondo era in corso una guerra, la guerra fredda, e questi eventi erano alcuni dei suoi tentacoli. In ogni caso ciò che fecero J. Edgar Hoover, la CIA e tutta la schiera di elementi di destra nel Congresso e nel paese fu eliminare molte proteste genuine. Era un sistema; non era totalitario, ma era distruttivo. Operava controllando gli organi di informazione e manipolando l’establishment. Era una nuova versione del fascismo, che allora etichettai come fascismo di Madison Avenue. Sono certo che portò alla caduta di molte istituzioni progressiste e al disfacimento del tessuto democratico dell’America.

Lionel Rogosin

Cast and Credits

Scen.: Lionel Rogosin. F.: Lionel Rogosin, Louis Brigante. M.: Louis Brigante. Int.: Lionel Rogosin (voce narrante). Prod.: Lionel Rogosin per Impact Films. DCP. Bn e Col.

WORKING TOGETHER

Scheda Film

A proposito del suo secondo lungometraggio, Come Back Africa, a mio padre fu chiesto perché avesse girato un film sul razzismo in Sudafrica e non in America. Disse che all’epoca era la questione più urgente da rendere nota al pubblico, ma la risposta stava nei suoi film più tardi, realizzati nei primi anni Settanta. Black Roots, Black Fantasy e Woodcutters of the Deep South formano una trilogia che si addentra nella tematica del razzismo in America e nelle sue conseguenze, e Woodcutters evoca la possibilità che i poveri bianchi e neri lavorino insieme per migliorare le loro vite.

Working Together, il titolo del mio documentario/sequel del film di mio padre, traccia le conseguenze e le problematiche che erano implicite in Woodcutters. L’intuizione di mio padre sull’importanza di ciò che stava succedendo durante le riprese di Woodcutters rivela ancora una volta il suo istinto politico. Nel film originale non c’è solo la cooperazione tra bianchi e neri, ma anche ciò che accadde al movimento per i diritti civili negli anni Settanta e la sua distruzione.

Rivisitando il film insieme a Bob Zellner, che appare nel film originale, e ad altri importanti attivisti per i diritti civili, abbiamo scoperto il chi, il cosa e il perché impliciti nel film di mio padre. La comprensione di ciò che accadde allora spiega cosa è accaduto e accade nell’America di oggi.

Michael Rogosin

Cast and Credits

M.: Celeste Rogosin. Prod.: Michael Rogosin. DCP. Col.