THE HALLIDAY BRAND

Joseph H. Lewis

Tit. it.:; Scen.: George W. George, George F. Slavin; F.: Ray Rennahan; M.: Michael Luciano, Stuart O’Brien; Scgf.: David Garber; Cost.: Irving Levitt; Su.: Fred Hynes, Earl Snyder; Mu.: Stanley Wilson; Ass. R.: Louis Germonprez; Int.: Joseph Cotten (Daniel Halliday), Viveca Lindfors (Aleta Burris), Betsy Blair (Martha Halliday), Ward Bond (lo sceriffo “Big Dan” Halliday), Bill Williams (Clay Halliday), Jay C. Flippen (Chad Burris), Christopher Dark (Jivaro Burris); Prod.: Collier Young per Collier Young Associates 16mm. D.: 75’.

 

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Lewis trascende gloriosamente i limiti di budget e di cast che gli vengono imposti (Bond è straordinario, ma l’età di Cotton e l’accento di Viveca Lindfors certo non aiutano), sfruttando il suo impareggiabile gusto visivo e compositivo per dare a questa sceneggiatura intensa un impatto metaforico e una forza tanto irruente quanto distintamente violenta. (...) L’inclinazione noir di Lewis non è supportata al meglio dalle riprese in effetto notte, ma riesce a mettere a segno un paio di meravigliosi giochi d’ombre e ad avvolgere di un’azzeccatissima atmosfera cupa il momento in cui Aleta scopre il vero marchio degli Halliday nell’espressione piena d’odio dipinta sul volto di Daniel.

Paul Taylor, Monthly Film Bulletin, April 1980

Copia proveniente da