DIE WUNDERBARE LÜGE DER NINA PETROWNA

Hanns Schwarz

F.: Carl Hoffmann. In.: Brigitte Helm, Franz Lederer, Warwick Ward, Harry Hardt, Ekkehard Arendt, Michael von Newlinski, Lya Jan, Franz Schafheitlin. 35mm. L.: 2914m. D.: 107’ a 24 f/s. Bn

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Il teatro della menzogna non è spregevole, se parla attraverso la verità, la sincerità, la bellezza di un volto. Ringraziamo il regista Hanns Schwarz. Lui ci ha offerto la possibilità di vedere confermata la nostra fiducia nell’attrice Brigitte Helm. Ha liberato questa donna dalla rigida maschera che le fu imposta da insegnanti poco felici. Questo volto bellissimo, elegante, sensibile, espressivo, ora è libero. E questo è già molto. Questo modo di muoversi, di camminare negli spazi, di portare gli abiti (e le emozioni, con una calma particolare e con misura), ecco questo è più di uno stile. Forse è già una personalità. Domani sarà una grande arte. Domani. Oggi la gioia del regista di aver rotto l’incantesimo della maschera è ancora troppo grande. L’attrice si muove qualche secondo di troppo dalla parte buona del suo profilo e qualche secondo di troppo alza la testa, abbassa le ciglia… “Rimanga in questa posizione, signora Helm, è meravigliosamente fotogenica!”… Questa potrebbe essere la strada per il kitsch. Oppure a riconoscere l’effetto voluto grazie a una nuova parsimonia. Noi crediamo alla futura arte di questa signora. E già questo film farà parlare di lei all’estero.

Hanns G. Lustig, “Tempo”, in Der Film der Weimarer Republik 1929, Berlin-New York, Walter de Gruyter, 1993

Copia proveniente da

Restauro realizzato da
In collaborazione con

Ricostruito e restaurato nel 1999 in cooperazione tra Friedrich-Wilhelm-Murnau-Stiftung, Wiesbaden e Bundesarchiv-Filmarchiv, Berlin a partire da due negativi originali nitrato - uno per la distribuzione tedesca e una per l’estero - provenienti dal Bundesarchiv-Filmarchiv. La versione restaurata contiene due tipi diversi di didascalie, che sono stati presi dai due negativi originali.