25/06

30/01

Sottopasso di Piazza Re Enzo

Lumière! L’invenzione del cinematografo

Orari di apertura
dal 3 luglio al 30 settembre: lun-mer-gio-ven: 10-20; sabato, 10-22; domenica e festivi: 10-20. Chiuso il martedì
dal 1° ottobre al 30 gennaio: lun-mer-gio-ven: 14-20; sabato: 10-22; domenica e festivi: 10-20. Chiuso il martedì
Aperture straordinarie: 4 ottobre, 1° novembre, 8 dicembre, 25 dicembre, 26 dicembre, 1° gennaio
Venerdì 30 settembre apertura prolungata fino alle ore 22 per ‘La notte dei ricercatori’
L’ingresso alla mostra è possibile anche durante gli spettacoli di ‘Insolita visita ai laboratori Lumière con Malandrino e Veronica’, a prezzo ridotto (vedi sotto)*.

 

 

Un evento curato dall’Institut Lumière che per la prima volta varca i confini della Francia. L’avventura della famiglia che ha inventato il Cinematografo: Antoine, pittore e fotografo, i due figli Louis e Auguste così capaci che, ancora adolescenti, prendono le redini dell’industria di famiglia.
È Louis infatti, appena diciassettenne, ad inventare la famosa Etiquette Bleue, una lastra fotografica, per l’epoca, molto sensibile che consente, per la prima volta, di fissare e riprodurre il movimento. Lo stabilimento dei Lumière è la prima industria fotografica d’Europa, e nel 1884 conta già più di 250 dipendenti. È in quegli stessi anni che si scatena una gara a colpi di brevetti ed invenzioni tra Europa e Stati Uniti: la fotografia in movimento è l’oggetto di una ricerca incessante, la cui epopea potremo raccontare anche grazie al contributo delle collezioni del Museo Nazionale del Cinema di Torino e della Cinémathèque Royale de Belgique. Sarà Louis ad inventare il Cinématographe: i Lumière sono gli ultimi inventori e allo stesso i primi autori e programmatori del cinema.
Dal 1896 il Cinématographe Lumière restituisce il mondo al mondo. Per la prima volta tutti possono ammirare immagini in movimento di tutti i luoghi del pianeta. E i protagonisti non sono solo i reali e le grandi personalità, ma gli uomini e le donne, le città, i paesaggi di tutti i paesi del mondo.
Ai Lumière non si deve solo il cinematografo, ma anche una serie straordinaria di invenzioni, tra cui i bellissimi Autochromes (la prima fotografia a colori) e la proiezione in 3D. Tutto questo, e molto di più, in una mostra che ci farà ritrovare un luogo di Bologna a lungo invisibile e le origini dello sguardo moderno sul mondo.

 

 

Tariffe
Biglietto intero: 10 €
Biglietto ridotto: 7 € (Amici e Sostenitori della Cineteca di Bologna, abbonati TPer, possessori tessera Istituzione Biblioteche Bologna, possessori Bologna Welcome Card, possessori biglietto parcheggio Aeroporto Marconi, associati Alliance Française Bologna, Iscritti FAI 2016/2017, possessori biglietto mostra Dawid Bowie Is, possessori tessera Mare Termale Bolognese)
Riduzione speciale: 5 € (possessori Card Musei Metropolitani, Adulti accompagnati da bambini e/o ragazzi)
Bambini 0-6 anni: gratuito
Ragazzi 7-17 anni: 4 €
Mercoledì 28 dicembre, per celebrare i 121 anni dalla prima proiezione pubblica dei film Lumière, ingresso speciale alla mostra a 5 euro (esclusi i biglietti per le visite guidate).

Biglietteria
Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/e) dal lunedì al venerdì: ore 9-19;
Tutti i sabati dalle 10 alle 21, tutte le domeniche dalle 10 alle 19 e venerdì 27 gennaio, la biglietteria sarà situata nel bookshop della mostra, sotto il Voltone di Palazzo Re Enzo.

Prossime visite guidate condotte dal direttore della Cineteca Gian Luca Farinelli
(Costo 9 €, comprensivo di biglietto e visita guidata; 7 € per Amici e Sostenitori della Cineteca; prenotazione obbligatoria: amicicineteca@cineteca.bologna.it)

  • Venerdì 20 gennaio, ore 17.00
  • Sabato 21 gennaio, ore 17.00
  • Domenica 22 gennaio, ore 11.30
  • Lunedì 23 gennaio, ore 17.00
  • Mercoledì 25 gennaio, ore 17.00
  • Giovedì 26 gennaio, ore 17.00
  • Venerdì 27 gennaio, ore 17.00
  • Sabato 28 gennaio, ore 17.00
  • Domenica 29 gennaio, ore 11.30
  • Lunedì 30 gennaio, ore 17.00

 

Insolita visita ai laboratori Lumière con Malandrino e Veronica*
La premiata coppia Malandrino e Veronica, nei panni dei fratelli di Lione, coadiuvata da Eugenio Maria Bortolini, accompagnerà i partecipanti indietro nel tempo fino al 1912 e li guiderà nella realizzazione di un cinegiornale sull’affondamento del Titanic.
Ingresso 12 € (ridotto 6 € per bambini).
Spettacoli: tutti i sabati alle ore 18.45 e 20.30 e tutte le domeniche, ore 16.30 e 18.30 (non si effettueranno visite il 24 e 31 dicembre, e il 1° gennaio).
Festivi: 8 dicembre prima visita ore 16.30, seconda visita ore 18.30; 25 dicembre ore 18.30; 26 dicembre prima visita ore 16.30, seconda visita ore 18.30; 6 gennaio prima visita ore 16.30, seconda visita ore 18.30.
I biglietti per le ‘Insolite Visite di Malandrino e Veronica’ sono venduti esclusivamente al Bookshop Cineteca, sotto il Voltone di Palazzo Re Enzo sia il sabato che la domenica.
Per maggiori infomazioni: clicca qui; per prenotazioni: mostralumiere@cineteca.bologna.it

 

Spazio didattica
Per i più piccini nello Spazio Didattica verranno organizzati laboratori per bambini a partire dai 5 anni: dopo aver assistito a una visita guidata alla mostra, potranno costruire giochi ottici, scoprire come si compone un’inquadratura, realizzare animazioni dirette su pellicola e spettacoli di lanterna magica e sperimentare la tecnica dell’animazione in stopmotion. Per il calendario completo, vedi allegato in fondo alla pagina.
Info: schermielavagne@cineteca.bologna.it

 

Il cofanetto Blu-ray/Dvd
Parallelamente della mostra esce per le Edizioni Cineteca di Bologna un cofanetto Blu-ray e Dvd che raccoglie una selezione di 114 film realizzati tra il 1895 e il 1905 dai fratelli Lumière e dai loro operatori. I film, presentati per la prima volta nel nuovissimo restauro digitale e con quattro piste audio (la voce narrante di Thierry Frémaux, il commento italiano di Valerio Mastandrea e le musiche di Saint-Saens), sono accompagnati da un ricco corredo di rarità e approfondimenti video e da un booklet che raccoglie un saggio dello stesso Frémaux, un’intervista a Bertrand Tavernier, due storici articoli di Henri Langlois e Maksim Gor’Kij e un’antologia di dichiarazioni dei Lumière. Il cofanetto è in vendita in libreria, presso il bookshop della mostra e on-line su Cinestore (sconto 15%).

 

Il contest: #50secondiLumière
Realizza un breve film in stile Lumière: un’unica inquadratura, una veduta, un punto di vista che restituisca una particolare rappresentazione del mondo e della vita. Info


Info e prenotazioni gruppi
:
+39 051 2194150 – mostralumiere@cineteca.bologna.it

 

 

La mostra è stata ideata e prodotta da Institut Lumière in collaborazione con Musée des Confluences e con il sostegno di CNC, Métropole de Lyon, Région Rhône-Alpes, Région Ile de France, Ville de Lyon, BNP Paribas, Chopard e

Info

Da Sabato 25/06/2016
A Lunedì 30/01/2017