Sab

30/06

Cinema Jolly > 09:30

HOLY MATRIMONY

John M. Stahl
Introduced by

Ehsan Khoshbakht

Info sulla
Proiezione

Sabato 30/06/2018
09:30

Sottotitoli

Versione originale con sottotitoli

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

HOLY MATRIMONY

Scheda Film

Nel 1905, Priam Farll, pittore inglese di fama nazionale che ha scelto la solitudine delle isole tropicali, fa ritorno alla civiltà quando gli viene comunicato che il re intende insignirlo del cavalierato. Subito dopo l’arrivo a Londra, il leale cameriere di Farll, Leek, muore inaspettatamente. Per un curiosa combinazione di errori in buona fede e malizia, l’artista assume l’identità del servitore aprendo la porta al caos, alla confusione e all’inganno. Ogni tentativo di rimediare si rivela inefficace: la gente crede ciò che vuole credere.

Holy Matrimony è una suprema variazione sul tema delle false identità tanto caro a Stahl. Qui il segreto è doppio: malgrado il rapporto amichevole che li legava, Farll ignora la corrispondenza tra Leek, sposato, e la vedova Alice Chalice, che il pittore incontra al proprio ‘funerale’ a Westminster. Alice è all’oscuro della reale identità dell’uomo, avendo visto soltanto una fotografia di Farll e del suo cameriere senza saperli distinguere. Se il tocco comico non manca mai nelle opere di Stahl, neanche nei più cupi melodrammi, rispetto a incursioni leggere meno riuscite come Our Wife (1941, commedia screwball/melodramma) e Oh, You Beautiful Doll (1949, musical/commedia) lo stile misurato e invisibile del regista è qui prossimo alla perfezione.

Il film si avvale di un cast magnifico. Monty Woolley, che rispolvera il successo di Il signore resta a pranzo (William Keighley, 1942), è eccellente nei panni dell’artista egocentrico e arrogante che viene gradualmente a patti con la realtà e impara a guardare più in là del proprio naso; lo stesso vale per Gracie Fields nel ruolo della determinata Alice, che doma e affascina Farll. Dalla stessa storia, molto amata dallo sceneggiatore Nunnally Johnson, erano stati tratti almeno altri tre film intitolati The Great Adventure (1915 e 1921) e His Double Life (1933).

Ehsan Khoshbakht

Cast and Credits

Sog.: dal romanzo Buried Alive di Arnold Bennett. Scen.: Nunnally Johnson. F.: Lucien Ballard. M.: James B. Clark. Scgf.: James Basevi, J. Russell Spencer. Mus.: Cyril J. Mockridge. Int.: Monty Woolley (Priam Farll), Gracie Fields (Alice Chalice), Laird Cregar (Clive Oxford), Una O’Connor (Sarah Leek), Alan Mowbray (signor Pennington), Franklin Pangborn (Duncan Farll), George Zucco (signor Crepitude), Eric Blore (Henry Leek). Prod.: 20th Century Fox. 35mm. D.: 93’. Bn.