Dom

28/06

Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni > 10:15

1915 / La Guerra. Corpo e anima

Sacha Guitry
Introduce

Mariann Lewinsky

 

 

Accompagnamento al piano di

Stephen Horne

 

 

L’esperienza dell’inizio della guerra per la gente comune di tutti i paesi coinvolti fu probabilmente simile a quella che fanno Rigadin, sua moglie e i loro spensierati vicini: una bomba esplode nel loro giardinetto, e il mondo va in fiamme. La guerra trasforma in nemici paesi separati solo da un confine. Ma forse qualcuno ha mai scelto da che parte dello steccato nascere, o in quale esercito essere reclutato per uccidere e morire?
La guerra, naturalmente, cambia il cinema. Abbiamo scelto di non mostrare esempi dell’inevitabile trama di vittima-innocente/barbaro-aggressore/nobile-eroe ampiamente ricorrente nei film di fiction girati durante la Prima guerra mondiale, in quanto abbiamo una grande quantità di documentari da scoprire, testimoni diretti, tanto più commoventi e necessari proprio perché oggettivi e ‘distanti’. Gli archivi dell’esercito francese (ECPAD) conservano oltre 2000 film del periodo 1915-1919, alcuni girati dal Service de Santé, la maggior parte filmati dagli operatori della Section cinématographique de l’Armée (SCA). Numerosi registi, tra i quali Alfred Machin e il fotografo e filmmaker franco-tunisino Albert Samama Chikly, lavorano per la SCA durante gli anni della guerra.
Il conflitto trasforma i documenti in monumenti ed è l’occasione da cui prende vita uno dei primissimi archivi cinematografici pubblici, l’Imperial War Museum. Tristemente, sembra che ancor oggi essa resti il miglior argomento per convincere le pubbliche istituzioni della necessità di conservare i film, ben più di qualsiasi motivazione culturale (che raramente funziona per ottenere fondi) – come ben dimostra il successo del progetto EFG WWI.
Nel 1915 Sacha Guitry ha la luminosa idea di filmare i più grandi artisti e intellettuali francesi viventi consegnando alla posterità le loro immagini in movimento. Poiché non ha mai girato un film, chiede aiuto a Charles Pathé, che mette Ferdinand Zecca a sovrintendere l’impresa. Poi, dagli appunti manoscritti di Zecca su Ceux de chez nous, scopriamo che Guitry aveva pensato il film come una risposta nazionalista a un “odioso atto di propaganda”, un manifesto antifrancese firmato dagli intellettuali tedeschi – e proviamo come un moto di fastidio. Zecca parla anche di una sequenza finale del film, oggi perduta, che mostra “M. Pathé con me mentre esamina il film che gli presento”. Sopravvive lo sfocato ingrandimento di un’inquadratura.

Mariann Lewinsky

Info sulla
Proiezione

Domenica 28/06/2015
10:15

Sottotitoli

Versione originale con traduzione simultanea in cuffia

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

EN DECAUVILLE JUSQU’À DOUAUMONT

Anno: 1917
Paese: Francia
Durata: 5'
Audio
Muto
Edizione
2015

LE CHAMPAGNE DE RIGADIN

Regia: Georges Monca
Anno: 1915
Paese: Francia
Durata: 15'
Audio
Muto
Edizione
2015

COMMOTIONNÉS AU VAL-DE-GRÂCE

Titolo Internazionale
Shock Cases at the Val-de-Grâce
Anno: 1915-16
Paese: Francia
Durata: 7'
Versione del film
Didascalie inglesi e francesi
Audio
Muto
Edizione
2015

CEUX DE CHEZ NOUS

Regia: Sacha Guitry
Anno: 1915
Paese: Francia
Durata: 28'
Audio
Muto
Edizione
2015

UNE SÉANCE DE VACCINATION ANTITYPHOÏDIQUE AU LABORATOIRE DU VAL-DE-GRÂCE

Anno: 1914
Paese: Francia
Durata: 4'
Versione del film
Didascalie francesi
Audio
Muto
Edizione
2015

TABLEAUX VIVANTS 1914-1918

Anno: 1919
Paese: Belgio
Durata: 7'
Versione del film
Didascalie francesi e olandesi
Audio
Muto
Edizione
2015

LOVE, SPEED AND THRILLS

Regia: Walter Wright
Anno: 1915
Paese: USA
Durata: 13'
Versione del film
Didascalie inglesi
Audio
Muto
Edizione
2015