MOTION PICTURE: LA SORTIE DE L’USINE LUMIÈRE À LYON

Peter Tscherkassky

16mm a 24 f/s. D.: 3’ 23’’. Bn muto. 

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Il cinema nasce veggente. “Il più grande trucco sarebbe la scoperta di un'immagine cinematografica nuda, spogliata, impudica e per questo pudica, immagine frontale, immobile, movente sensibile illuminata, l'immagine Lumière” (Marcel Hanoun). Dal film di Rohmer in forma di scrigno alla pura astrazione espressione dell'incredibile motilità dei film Lumière in Tsherkassky.

Copia proveniente da