LES NOUVEAUX MESSIEURS

Jacques Feyder

Sc.: J. Feyder, Charles Spaak, dalla commedia di Robert de Flers e Françis de Coisset. F.: Maurice Desfassiaux, Georges Périnal. Scgf.: Lazare Meerson. In.: Albert Préjean (Jean Gaillac), Gaby Morlay (Suzanne Verrier), Henry Roussel (conte di Montoire-Grandpré), Leon Arnel, Henri Valbel. P. Films Albatros. 35mm. L.: 2800 m. D.: 126' a 20 f/s.
info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Su questo film mi devo soffermare un po’. Esso, infatti, mi ha insegnato molte cose e mi ha bruscamente rivelato delle difficoltà di cui non supponevo l’esistenza, dei pericoli che ignoravo, mi ha aperto orizzonti imprevisti sull’importanza sociale del cinema. Può destare stupore il fatto che io abbia ricevuto tale illuminazione da un soggetto come questo. Di primo acchito, esso non sembra averne facoltà. Pochi lettori, senza dubbio, ne ignorano il contenuto. È tratto da una commedia leggera e amabilmente satirica di Robert de Flers e Françis de Coisset. Vi si prendono piacevolmente in giro i nostri costumi politici, ma senza cattiveria e acredine, in realtà. (…). Del resto, quando la pièce è stata rappresentata non ha suscitato polemiche o battaglie. Ebbene, è bastato impressionarla su pellicola muta per scatenare la tempesta. Queste punture di spillo fotografate, questa amabile ironia registrata dalla macchina da presa, facevano la figura di bombe incendiarie, di sarcasmi, di insulti alle istituzioni parlamentari. Dunque, ciò che a teatro rimaneva una distrazione, una caricatura talvolta un po’ affilata, assumeva improvvisamente, grazie alla potenza dell’immagine, un carattere veemente, insostenibile agli occhi della censura. Queste facezie, queste gag mettevano in pericolo il regime, sfidavano l’opinione pubblica, rischiavano di provocarla e corromperla. Miracolo della pellicola, dell’immagine animata!

Jacques Feyder, Françoise Rosay. Le cinéma notre métier, Genève, Ed. d’Art Albert Skira, 1944

Copia proveniente da

Copia preservata nel 1990