IL SORPASSO

Dino Risi

Sc.: D. Risi, E. Scola, E. Maccari. F.: Alfio Contini. M.: Riz Ortolani. In.: Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintigant., Catherine Spaak, Luciana Angiolillo, Corrado Olmi. P.: Mario Cecchi Gori. 35mm. D.: 106’ a 24 f/s.
info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

(…) Sordi si era rifiutato di fare Il sorpasso, che nel frattempo era diventato un robusto trattamento di trenta cartelle intitolato Il diavolo, essendo la storia di un demone tentatore, perché gli ripugnava l’idea di interpretare un diavolo assassino, un personaggio che fosse la causa e l’origine della morte di un altro. Dino De Laurentiis, il quale aveva comperato la mia storia - e io, provammo in tutti i modi a convincerlo: non ci fu verso. (…) L’amore che portavo al film di cui ero stato appena derubato mi fece convincere Dino Risi, il quale in un primo tempo non se l’era sentita nemmeno lui, di girare il finale previsto, lo schianto. Che sorpasso era senza l’ultimo sorpasso? Senza di esso il film non aveva nessun senso. Nessuno. Insomma, sono in grado di affermare che Il sorpasso è mio dall’inizio alla fine. (…) Se un giorno, che ne so, per una tesi universitaria, qualcuno si mettesse a studiare, a risunteggiare e a riscalettare molti dei miei copioni si imbatterà nell’evidenza che ci sono un sacco di piccoli e grandi sorpassi dentro le mie storie.

Rodolfo Sonego intervistato da Tatti Sanguineti, 25.04.2000

Copia proveniente da