GAI DIMANCHE

Jacques Berr

T. int.: Joyful Sunday. Scen.: Jacques Tati, Rhum. F.: Marcel Paulis. Mus.: Michel Levine. Prod.: Marcel de Hubsch per Atlantic Film. DCP. D.: 21’. Bn. 

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Primo film conosciuto di Tati, Gai dimanche è datato 1935. Tati interpreta un dandy sfortunato, vagamente barbone ma vestito con una certa eleganza, cacciato all’inizio del film dall’entrata della metropolitana in cui ha passato la notte. Si lascia trascinare da un amico venditore ambulante a un picnic, e per la scampagnata i due compari affittano una sgangherata decappottabile imbarcando una schiera di strampalati. Già si delinea, timidamente, il futuro personaggio dello svaporato in balia degli eventi, pigramente spinto dal vento, simile alla freccia della segnaletica stradale che da senso unico si è fatta banderuola.

Claude Beylie, Jacques Tati inconnu..., “Cinéma”, n. 23, dicembre 1957

 

La colonna immagine deriva da due copie 16mm provenienti rispettivamente dall’archivio Gaumont e dal Forum des images, che hanno finanziato il restauro. Benché incompleto, è stato usato il negativo sonoro conservato presso gli Archives françaises du film