Alla ricerca del colore dei film

Risultato di un’accurata ricerca negli archivi del mondo, anche quest’anno arrivano sullo schermo dell’Arlecchino i preziosi Technicolor vintage. Titoli formidabili, cui le copie d’epoca restituiranno la qualità profonda e satura d’un colore perduto: la morbidezza impressionista d’un inizio secolo americano (Incontriamoci a Saint Louis), il rosso e l’oro splendente sui più bei corpi femminili degli anni Cinquanta (Gli uomini preferiscono le bionde), il cielo blu di Bodega Bay oscurato dagli Uccelli, le tinte sgargianti e allucinate della Weimar di Cabaret, i colori della natura matrigna di Un tranquillo weekend di paura, e le inedite texture cromatiche del nuovo cinema americano, da Getaway a Il padrino. Prosegue per il terzo anno il programma Kinemacolor; e l’Academy Film Archive presenterà una nuova selezione di reference reels, le bobine di riferimento utilizzate per stampare le copie con i colori voluti dai registi di film dei primi anni Settanta.
Programma a cura di Gian Luca Farinelli

 

Meet Me in St. Louis (Incontriamoci a Saint Louis, 1944) di Vincente Minnelli • Gentlemen Prefer Blondes (Gli uomini preferiscono le bionde, 1953) di Howard Hawks • The Birds (Gli uccelli, 1963) di Alfred Hitchcock • The Godfather (Il padrino, 1972) di Francis Ford Coppola • The Getaway (Getaway!, 1972) di Sam Peckinpah • Deliverance (Un tranquillo weekend di paura, 1972) di John Boorman

 

Foto: Gentlemen Prefer Blondes