Mar

25/08

Teatro Comunale di Bologna > 18:30

THE SAPHEAD

Herbert Blaché
Introduce

Cecilia Cenciarelli

Accompagnamento al piano di

Maud Nelissen

Info sulla
Proiezione

Martedì 25/08/2020
18:30

Sottotitoli

Versione originale con sottotitoli

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

THE SAPHEAD

Scheda Film

Quando si parla dei muti con Buster Keaton, The Saphead, malgrado sia storicamente importante in quanto primo lungometraggio interpretato dalla star emergente, è forse il più sottovalutato. Questa mancanza d’interesse è in fondo giustificata, soprattutto se si tiene conto della straordinaria produzione di Keaton tra il 1920 e il 1928. Non ideò, scrisse né diresse il film, e il suo contributo al prodotto finale è questione opinabile. Ma un più attento esame rivela uno spaccato interessante delle forze in campo nel momento in cui Keaton decise di intraprendere una carriera indipendente dopo aver completato l’apprendistato con Roscoe ‘Fatty’ Arbuckle, ed evidenzia varie analogie con i lavori più tardi e più famosi. The Saphead era tratto dallo spettacolo teatrale The New Henrietta (1913), con William H. Crane e Douglas Fairbanks, il cui primo film, The Lamb (1915), era liberamente ispirato al suo personaggio nella pièce. Quando decise di produrre una versione cinematografica di The New Henrietta, la Metro si assicurò Crane ma non Fairbanks, impegnato in un altro progetto. Secondo Keaton fu Fairbanks a fare il suo nome. Tuttavia la strategia del produttore Joseph Schenck, con cui Keaton aveva un contratto in esclusiva, era chiara: prestando l’astro nascente alla Metro per un film prestigioso mirava ad attirare l’attenzione su Keaton e sulla sua serie di cortometraggi in produzione. In partenza la sceneggiatura si rifaceva maggiormente all’opera originale, ma con l’arrivo di Keaton il personaggio di Crane fu sminuito a favore del suo, tanto che il titolo del film mutò per riflettere il cambiamento. The Saphead non manca di elementi che prefigurano i film futuri. Il personaggio di Keaton, un giovanotto ricco, viziato e spesso sprovveduto, tornerà in The Navigator e in Battling Butler. Subisce già una progressiva trasformazione nel corso della storia, e le sue straordinarie imprese fisiche risolvono il confitto principale. Ma soprattutto vediamo compiersi, in netto contrasto con i personaggi interpretati nei film di Arbuckle, la transizione verso la ‘faccia di pietra’. Il cambiamento non sfuggì a “Variety”, che osservò: “la sua interpretazione flemmatica in questo film è una rivelazione”.

Tim Lanza

Il restauro di The Saphead è stato realizzato a partire da un positivo nitrato di prima generazione bianco e nero in cui sono presenti parti imbibite e virate (CO_LOC_POS_4470-1). Questo elemento è stato messo a disposizione da Cohen Film Collection.

Cast and Credits

Sog.: dalla pièce The New Henrietta (1913) di Winchell Smith e Victor Mapes. Scen.: June Mathis. F.: Harold Wenstrom. Int.: Buster Keaton (Bertie Van Alstyne), William H. Crane (Nicholas Van Alstyne), Beulah Booker (Agnes Gates), Edward Connelly (Musgrave), Edward Jobson (reverendo Murray Hilton), Edward Alexander (Watson Flint), Irving Cummings (Mark Turner), Jack Livingston (dottor George Wainwright), Odette Tyler (signora Opdyke), Jeffrey Williams (Hutchins). Prod.: John L. Golden, Winchell Smith, Marcus Loew per Metro Pictures Corporation. DCP. Bn.