Lun

31/08

Cinema Jolly > 17:15

BAKUMATSU TAIYODEN

Yuzo Kawashima

Info sulla
Proiezione

Lunedì 31/08/2020
17:15

Sottotitoli

Versione originale con sottotitoli

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

BAKUMATSU TAIYODEN

Scheda Film

Generalmente considerato il titolo più rappresentativo di Kawashima, questo film arguto, disinvolto e irriverente si svolge alla metà dell’Ottocento e ruota attorno a un bordello nel distretto del piacere di Yukaku a Shinagawa, che oggi è un distretto di Tokyo e allora era la prima stazione lungo la strada di Tokaido che si estendeva verso ovest in direzione di Kyoto. Il protagonista Saheiji, interpretato dal comico Frankie Sakai, uno degli attori preferiti di Kawashima, nell’impossibilità di pagare si ritrova obbligato a saldare il proprio debito lavorando nel bordello. Ispirandosi alla tradizione del recitativo comico-umoristico, o rakugo, Kawashima integra personaggi del repertorio classico ed elementi tratti dalla storia turbolenta del cosiddetto periodo bakumatsu, gli ultimi anni dello Shogunato che aveva governato il Giappone per oltre duecentocinquanta anni. Come scrive il critico Frederick Veith, Kawashima era “sempre attento alle complesse mediazioni e negoziazioni delle forze sociali in una società in pieno cambiamento”, e spesso “le visualizzava attraverso il flusso e riflusso e il continuo e sottile riorientamento di corpi in movimento nello spazio [...]. In Bakumatsu taiyoden il punto focale è il lungo corridoio centrale del Sagami-ya [bordello], nel quale il regista governa il traffico come se stesse filmando una strada affollata, in piena attività economica”. In realtà questo film in costume è probabilmente anche un commento sul Giappone postbellico nel quale fu realizzato – epoca di crescita economica e di cambiamenti –, come suggeriscono le prime inquadrature che ritraggono il moderno distretto a luci rosse di Shinagawa (allora sul punto di chiudere in seguito a una modifica della legge giapponese). Si può supporre che il recensore di “Kinema Junpo” si riferisse al contesto contemporaneo quando commentò cripticamente che il film, malgrado fosse un jidai-geki, “puzzava di burro” (espressione giapponese usata per indicare ciò che è occidentale), e quando identificò i giovani rivoluzionari samurai come figure d’après-guerre. Elogiò l’umorismo con cui Kawashima descriveva l’erotismo del distretto del piacere, commentò che il personaggio di Saheiji interpretato da Sakai gli ricordava Figaro e osservò che il film era “come sempre molto ben fatto”. Lo stesso Kawashima, intervistato da “Kinema Junpo”, osservò che “rappresentare personaggi seri in modo serio è sempre difficile, e quindi temo che i miei personaggi risultino abbastanza sconsiderati, o almeno quasi certamente sbadati. Non è che stia cercando una facile via d’uscita, ma ho un po’ la sensazione di volermi lasciare una via di fuga”. Commentando la fusione di realtà e finzione praticata dal film mediante i personaggi di Inokori Saheiji e Shinsaku Takasugi (rispettivamente una figura di finzione e una storicamene esistita), disse: “Va da sé che abbiano personalità diverse. Ma a mio avviso vivono entrambi con vigore e penso che stiano bene insieme. Cinque o sei anni fa ho immaginato questo assortimento, e questo è il risultato. Non è stato facile tenere a bada i due personaggi, che mi hanno spinto quasi al punto di rottura. In altre parole, la loro energia, che potremmo definire pulsione vitale, era più forte di quanto mi aspettassi, e ha sopraffatto le mie scarse energie”. Shohei Imamura, sul punto di intraprendere a sua volta la carriera di regista, collaborò alla sceneggiatura; il film è, scrisse, “fondamentale per la comprensione di Kawashima”. 

Alexander Jacoby e Johan Nordström

Cast and Credits

Scen.: Keiichi Tanaka, Yuzo Kawashima, Shohei Imamura. F.: Kurataro Takamura. M.: Tadashi Nakamura. Scgf.: Kazuhiko Chiba, Kimihiko Nakamura. Mus.: Toshiro Mayuzumi. Ass. regia: Shohei Imamura. Int.: Frankie Sakai (Inokori Saheiji), Sachiko Hidari (Osome), Yoko Minamida (Koharu), Yujiro Ishihara (Shinsaku Takasugi), Izumi Ashikawa (Ohisa), Toshiyuki Ichimura (Mokubei), Nobuo Kaneko (Denbei), Hisano Yamaoka (Otatsu, moglie di Denbei), Yasukiyo Umeno (Tokusaburo, figlio di Otatsu), Masao Oda (Zenpachi). Prod.: Nikkatsu. DCP. D.: 110’. Bn.