SCENES FROM THE OTHER SIDE OF THE WIND

Orson Welles

Sc.: O. Welles, Oja Kodar. F.: Gary Graver. M.: Jonathon Braun, Paul Hunt. In.: John Huston (Hannaford), Oja Kodar (l’attrice), Mercedes McCambridge (Maggie), Cameron Mitchell (Matt), Edmond O’Brien (Pat), Susan Strasberg (Juliet Rich), Peter Bogdanovich, Norman Foster, Paul Mazursky, Bob Random, Howard Grossman, Joseph McBride, Paul Stewart, Henry Jaglom, Robert Akin. P.: Les Films de l’Astrophore / SACI. Beta SP. D.: 25'.
info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Negli anni 1970-1976, Welles ha girato The other Side of the Wind negli Usa e in Francia. Dopo aver terminato le riprese, a causa di problemi economici e giuridici Welles risucì a montare solo una parte del film, ma non poté finirlo. Seguendo le indicazioni della sceneggiatura, questo video unisce le scene ritrovate nel Fondo Orson Welles del Filmmuseum München e altre contenute nella sua copia lavoro. Alcune di queste scene erano già state presentate in pubblico da Welles, in occasione di una serata organizzata dall’American Film Institute il 9 febbraio 1975. Il materiale esistente, in 35 mm, è stato riversato in DigiBeta e successivamente elaborato col metodo digitale: non sono state apportate modifiche al montaggio o riparazioni a danni seri dell’immagine, ma solamente correzioni di massima al colore e al sonoro, se deteriorati. Il negativo del film giace ancora presso un laboratorio di sviluppo a Parigi, la copia lavoro di Welles presso un deposito a Los Angeles. Oja Kodar, Gary Graver e Peter Bogdanovich stanno facendo di tutto per trovare i necessari finanziamenti, al fine di riuscire a ultimare il film.

Stefan Droessler, Filmmuseum München

Copia proveniente da