LE FILS DU DIABLE A PARIS

Charles-Lucien Lépine

R.: Charles-Lucien Lépine. F.: Segundo de Chomon. Scgf.: Hugues Laurent. In.: André Deed. P.: Pathé. L.: 342m D.: 15’

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Se il figlio di Belzebù è malato d’ennui, dove può curarsi se non a Parigi? E quale donna se non una giovane, ingenua e appassionata paysanne francese può vincere, con la forza dell’Amore, il Diavolo e la Morte? Apologo fantastico, pochade, umorismo surreale e dramma romantico si fondono felicemente in questa deliziosa commedia, che mostra il sorprendente grado di maturità della produzione Pathé del primo decennio. Da una copia in bianco e nero della versione originale francese – già a suo tempo recuperata dalla Cineteca Nazionale – e da una copia infiammabile con colorazioni dell’epoca dell’edizione italiana, recentemente ritrovata negli archivi della stessa Cineteca, è stato possibile completare il restauro del film nella sua forma originaria. Il lavoro è stato portato a termine nel laboratorio del Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, presso Cinecittà, nell’ambito del progetto di recupero del cinema francese delle origini, svolto in collaborazione con il Centre Nationale de la Cinémathographie – Les Archives du film, con il contributo del Proiecto Lumière.

Copia proveniente da