DER SONNTAGSSPAZIERGANG

Bertram Jesdinsky

16 mm (Blow up from Super 8). R.:Bertram Jesdinsky (AGZ). D.:2:30‘, colour, no sound

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Nel 1982, quando il Festival del Cortometraggio della Germania Occidentale organizzò una tavola rotonda sui mezzi di finanziamento del cinema a cui partecipavano i filmmaker e i rappresentanti di varie organizzazioni, un giovane prese la parola [...] e l’incontro si trasformò in un happening. Il giovane si chiamava Bertram Jesdinsky e faceva parte dell’Anarchistische Gummizelle (Camera Imbottita Anarchica) di Düsseldorf, che ha fatto così la sua prima apparizione sulla scena internazionale. L’Anarchistische Gummizelle è formata da un gruppo di giovani (non sappiamo quanti esattamente) che hanno unito le proprie forze per girare film in Super 8 caratterizzati da un umorismo sovversivo e realizzare performance di gruppo. Le loro performance, dotate di una certa bellezza anarchica, uniscono ingenuamente musica, cinema e teatro. A volte fanno fiasco, e in questo caso è confortante vedere come un programma, per quanto ambizioso, viene semplicemente interrotto perché non funziona. In ogni caso si tratta di qualcosa di anarchico.

Alf Bold, German Experimental Films 1980–84, Goethe Institut, Münich, 1984