DER BASTARD

Gennaro Righelli

R.: Gennaro Righelli. Ass. reg.: Mario Almirante. S.: dalla novella Transatlantic di Urville. Sc.: Leo Birinski. F.: Arpad Viragh, Ubaldo Arata, Eduard von Borsody. Scgf.: Jack Rotmil, Gustav Knauer. In.: Maria Jacobini (Maria), Erich Kaiser-Titz (Sergio), Rolla Norman (Giorgio), Oreste Bilancia (Gustavo Dupont), Mary Kid, Heinrich Peer, Hedwig Pauly-Winterstein, Albert Paul, Nien Sön Ling, Hilde Maroff. P.: Phoebus Film, Berlino. L.: 1874 m. D.: 88’ a 18 f/s.

info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

“Gennaro Righelli e Maria Jacobini furono tra i primi italiani a recarsi in Germania all’inizio degli anni venti: non vi giunsero da emigranti ma aderendo ai pressanti inviti di Jakob Karol che non esitò a costruire per la loro venuta la “Maria Jacobini GmbH”.

Giunti a Berlino nel tardo 1922, preceduti dal successo dei loro ultimi film, Il viaggio, Cainà e Amore rosso, la coppia si mise subito al lavoro, realizzando un’apprezzata versione della Bohème, dove, accanto alla protagonista, figurò un eccellente Wilhelm Dieterle nel ruolo di Rodolfo.

Dopo il successo di questo film, la Società Trianon di Berlino rilevò la Jacobini GmbH e si accordò per la realizzazione di tre film, due dei quali da realizzarsi in Egitto. Ma prima di affrontare la trasferta cairota, i cui strapazzi vennero mal sopportati dalla Jacobini, Righelli diresse per la Phoebus di Karol un altro film, Der Bastard, tratto da un romanzo che aveva avuto qualche anno prima un’immediata diffusione. Alla regia collaborò Mario Almirante, la fotografia venne affidata a tre operatori di vaglia: l’italiano Arata, l’ungherese Viragh ed il tedesco Von Borsody. Der Bastard è un perfetto film anni venti, ben diretto, fotografato, interpretato da un cast cosmopolita che si integra alla perfezione”.

Vittorio Martinelli

 

Copia proveniente da

Il film è stato restaurato a partire da una copia positiva su supporto nitrato conservata dalla Cinemateca Brasileira; le didascalie, in portoghese nella copia, sono state tradotte in italiano.