ANONIMATOGRAFO

Paolo Gioli

16mm. D.: 20’ a 18 f/s. Bn sonoro
info_outline
T. it.: Titolo italiano. T. int.: Titolo internazionale. T. alt.: Titolo alternativo. Sog.: Soggetto. Scen.: Sceneggiatura. Dial.: Dialoghi. F.: Direttore della fotografia. M.: Montaggio. Scgf.: Scenografia. Mus.: Musiche. Int.: Interpreti e personaggi. Prod.: Produzione. L.: lunghezza copia. D.: durata. f/s: fotogrammi al secondo. Bn.: bianco e nero. Col.: colore. Da: fonte della copia

Scheda Film

Dopo la storia ufficiale, i film scartati, ora recuperati e riamati. I nuovi film sono ossessionati dalla questione dello sguardo primitivo. In che modo vediamo, quando guardiamo per la prima volta? Molto lentamente - al ralenti - attraverso lo stupore, in Eureka. Con la violenza dell'esotismo in Ruines arrangées e Crossing the Great Sagrada, con l'ossessione di un uomo con la macchina da presa in L'operatore perforato e in Anonimatografo.

Copia proveniente dall'autore