26/05/2020

Internazionale della Cinefilia _ Segnalazioni dalla rete (fuori confine) #6

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

In questi giorni in cui gli archivi cominciano a riaprire le loro porte, torniamo a visitare alcune delle istituzioni che fin dall’inizio del confinamento sono state fra le più attive nel fornire l’accesso online a filmati e materiali del loro patrimonio. Scopriamo dunque cosa ci propongono questa settimana i nostri colleghi e amici cinefili dall’Olanda al Belgio, passando per la Francia.

p

Kid Mischief – giovedì 28 maggio ore 15

[CINEMATEK]

L’appuntamento settimanale con i film muti musicati in diretta proposto dalla Cinémathèque Royale de Belgique sulla sua pagina Facebook propone, per giovedì 28 maggio alle ore 15, un programma che ha per protagonisti i bambini: quattro cortometraggi, di registi sconosciuti o dimenticati, tutti musicati dal vivo dal pianista Hughes Maréchal.

Gisèle, enfant terrible (Francia, 1911, 6′), di Léonce Perret
Deux espiègles, (Francia, 1906, 8′)
Il prurito di Robinet (Italia, 1910, 4’), di Marcel Perez
Concours de gourmands (?, 2)
p
Link all’evento Facebook.

 

Silent Comedies – venerdì 29 maggio ore 20

[NSFF]

Anche il Nederlands Silent Film Festival, in collaborazione con Eyefilm Museum e Pand P, propone un evento live: venerdì 29 maggio alle ore 20, sul canale YouTube del festival, verrà presentato un programma composto da 5 cortometraggi della collezione EYE accompagnati al piano da Daan van den Hurk.

Un déjeuner qui ne profite guère  (Francia, 1911)
La peur des ombres (Francia, 1911, 4′)
Stamboul et la corne d’or (Francia, 1912)
Robinet chauffeur myope (Italia, 1914, 6 min), di Marcel Perez
Beauty à la mud (Stati Uniti, 1926, 20′), di Harold Beaudine
p
Link alla diretta YouTube.

p

Black Panthers (Francia, 1968, 30 min) di Agnès Varda

[mk2 Curiosity

Durante tutto il periodo del confinamento, mk2 Curiosity, in collaborazione con Ciné Tamaris, Potemkine e l’Opéra de Paris, ha proposto un programma settimanale di filmati, anche inediti, della storia del cinema. A partire da questa settimana, per permettere a chi si era perso uno o più appuntamenti di recuperarli, propone un Best of: noi vi suggeriamo di partire dal cortometraggio che Agnès Varda ha girato nel 1968, quando viveva a Los Angeles, per testimoniare un momento chiave della storia del movimento afro-americano, il processo al leader del movimento Black Panthers Huey Newton.
p
Link al film.

p

Langlois (Stati Uniti, 1970, 145 min) di Roberto Guerra e Eila Hershon

[Cinémathèque Française]

La Cinémathèque Française ha reso disponibile questa settimana il ritratto del suo fondatore, Henri Langlois, a cui è intitolata la piattaforma digitale inaugurata alla chiusura del museo e delle sale. Il documentario offre un ritratto stravagante e aneddotico che alterna interviste ad amici e colleghi di Langlois e filmati di lui che cammina per Parigi parlando a ruota libera un po’ di tutto, dalla casa in cui visse Jean Renoir ai cigni bianchi e neri che si sofferma a osservare in un parco. Il film è stato restaurato dalla Cinémathèque Française a partire dai negativi originali in 16 mm; è visibile gratuitamente fino al 31 maggio per concessione di Criterion.

Link al film.

 

Marseille vieux port (Impressionen vom alten Marseiller Hafen, Germania, 1929, 11 min) di László Moholy-Nagy

[Centre Pompidou]

Il Centre Pompidou continua le proiezioni del mercoledì pomeriggio, proponendo questa settimana un programma dedicato alla città di Marsiglia: in particolare, vi consigliamo il cortometraggio di László Moholy-Nagy, che mette in relazione le ricerche formali dell’avant-garde degli anni Venti alle preoccupazioni sociali del’epoca. Il film è visibile fino a domani, mercoledì 27 maggio.

Link al film.

p
p
p
p
p
p

Nelle prossime settimane, con la progressiva riapertura globale delle istituzioni di cinema, la nostra rubrica diventerà meno sistematica. Ciononostante continueremo a gettare lo sguardo oltreconfine e non mancheremo di segnalarvi altre opportunità di visione e approfondimento online provenienti dall’estero. A prestissimo quindi!