01/07/2016

Il Cinema Ritrovato behind the scenes: intervista a Guy Borlée, coordinatore del festival

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Il Cinema Ritrovato, giunto quest’anno alla sua trentesima edizione, è cresciuto negli anni trasformandosi da una manifestazione che raccoglieva una piccola comunità di amici appassionati di cinema (erano i tempi delle prime edizioni al Cinema Lumière, allora in via Pietralata) a un evento dalla fama e dalla partecipazione internazionale, che oggi in otto giorni coinvolge a Bologna quasi 100.000 persone.

Cosa contraddistingue Il Cinema Ritrovato? Secondo Guy Borlée, coordinatore del festival, l’elemento distintivo è una costante ricerca che porta a Bologna – dopo un lavoro di ricognizione, recupero e restauro che dura tutto l’anno – una selezione di titoli di straordinaria qualità, che va dai grandi classici restaurati a capolavori dimenticati e fino ad oggi invisibili.

Guarda la videointervista a Guy Borlée realizzata dalla redazione di Codec.tv, la web tv del progetto Flash Giovani del Comune di Bologna.