28/06/2018

Le nuove pubblicazioni Edizioni Cineteca di Bologna: ‘DIVE!’ e ‘Cinema muto italiano. I protagonisti’

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Da Francesca Bertini a Gabriele D’Annunzio, da Giovanni Pastrone a Lucio D’Ambra, da Segundo de Chomon a Lyda Borelli, da Amleto Novelli a Gustavo Lombrado, i nuovi volumi pubblicati dalla Cineteca di Bologna in occasione del Cinema Ritrovato.

Il dizionario più aggiornato del cinema muto italiano di Aldo Bernardini e il cofanetto Dive!, quattro capolavori del cinema muto italiano per scoprire il fascino del diva-film.

Ogni anno, durante il Cinema Ritrovato, la Cineteca di Bologna pubblica volumi inediti dedicati alla settima arte.

Quest’anno, le pubblicazioni sono due:

  • L’opera Cinema muto italiano. Protagonisti di Aldo Bernardini, critico e storico, uno dei maggiori studiosi di cinema in Italia e un pioniere degli studi sul cinema muto italiano. Aldo Bernardini affida a quest’opera la ‘summa’ di una vita di ricerche intorno ai primi trent’anni del nostro cinema. Il volume ripercorre il territorio del muto assommando due virtù: la rigorosa accuratezza, sostenuta dall’ampiezza di prospettive che i restauri e le scoperte archivistiche hanno reso possibile, e la piacevole, funzionale leggibiltà di un’opera organizzata per voci alfabetiche.
  • Il cofanetto DIVE!, quattro film + un libro di saggi. Quattro film abitati da formidabili attrici, che un secolo fa divennero protagoniste assolute della cultura dell’immagine: Lyda Borrelli in Ma l’amor mio non muore!(1913) e Rapsodia satanica (1915) e Francesca Bertini in Sangue bleu (1914) e Assunta Spina.

Inoltre, segnaliamo la realizzazione dell’opuscolo della mostra Dream Makers – come i produttori hanno fatto grande il cinema italiano

In vendita alla Mostra Mercato dell’Editoria cinematografica (Biblioteca Renzo Renzi).