27/06/2018

Cinefilia Ritrovata: focus su ‘Cronaca familiare’

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

L’approfondimento critico su Cronaca familiare di Valerio Zurlini, a cura della redazione e del team Sguardi giovani di Cinefiliaritrovata.it.

Cronaca familiare, con Marcello Mastroianni e Jacques Perrin, è tratto dall’omonimo romanzo di Vasco Pratolini.
“Esprimere il massimo della vitalità e dell’entusiasmo morendo, legati a un letto di contenzione: è la condizione che lega inscindibilmente l’Ettore pasoliniano di Mamma Roma e Lorenzo, quell’uomo ancora bambino che esala l’ultimo respiro conservando i tratti dell’ingenua e tenera fanciullezza che Valerio Zurlini racconta in Cronaca familiare. A loro modo, sullo sfondo di due vicende che prenderanno poi le pieghe del dramma familiare e psicologico, Pasolini e Zurlini riportano sullo schermo l’indigenza e le ristrettezze fisiche e morali a cui dovevano far fronte le classi meno abbienti nel dopo guerra, il rifiuto e poi la necessità del compromesso e l’isolamento che segue alla mancanza di prospettive e risorse”.
Leggi l’articolo di Elvira Del Guercio

“Assistiamo a un quadro di nostalgia, carico di parole e di silenzi, che ci offre la visione antesignana della nostra generazione, incapace di autodeterminarsi, venuta meno ogni direttiva familiare e sociale. Il film vinse il Leone d’Oro nel 1962, ex aequo con L’infanzia di Ivan di Tarkovskij e oggi lo vediamo nella versione restaurata dalla Cineteca Nazionale, sotto la supervisione di Giuseppe Rotunno”.
Leggi l’articolo di Flavia Mazzarino del team Sguardi giovani