Cinefilia Ritrovata: focus su ‘La ragazza in vetrina’

Due punti di vista su La ragazza in vetrina a cura della redazione di Cinefiliaritrovata.it e del team Sguardi giovani.

La ragazza in vetrina, un capolavoro ingiustamente martoriato:
“Quintessenza di una modernità coraggiosa e consapevole, gemma nascosta nel fenomenale primo lustro degli anni Sessanta italiani, l’ottavo lungometraggio del regista milanese torna allo splendore grazie ad un restauro che ha l’ulteriore merito di recuperare alcune scene tagliate dalla censura”.
Leggi l’articolo di Lorenzo Ciofani

Sguardi giovani: La ragazza in vetrina e l’asfissia senza benessere
“Il film è un viaggio che non prevede momenti di riposo per i nostri protagonisti: vagando tra i bar più stravaganti del quartiere, con il fardello della loro solitudine e dei loro timori, Emmer ci immerge in un mondo di umiltà, di disperazione e di asfissia (anche quando ci troviamo all’aria aperta), dove le ombre sono più presenti rispetto alle luci”.
Leggi l’articolo di Flavia Mazzarino