Ven

30/06

Cinema Lumière - Sala Scorsese > 21:45

DECASIA

Bill Morrison
Introduce

il regista Bill Morrison

Info sulla
Proiezione

Venerdì 30/06/2017
21:45

Sottotitoli

Versione originale con traduzione simultanea in cuffia

Modalità di ingresso

Tariffe del Festival

DECASIA

Scheda Film

Decasia cattura i momenti fugaci in cui le immagini leggibili della pellicola nitrato scivolano nelle tante bizzarre e curiose distorsioni causate dal decadimento del supporto fisico. Alcune immagini paiono sfaldarsi; altre si trasformano in effetti luminosi che suggeriscono la solarizzazione, popolare tecnica usata per evocare l’esperienza psichedelica degli anni Sessanta; altre subiscono distorsioni che ricordano gli specchi deformanti del luna-park; altre ancora sembrano essere invase da masse brulicanti di batteri come quelle che potremmo osservare in una capsula di Petri. Il film di Morrison si fonda sul persistente paradosso secondo cui il decadimento produce a suo modo bellezza ed equivale a una sorta di creazione. Originariamente pensato come parte della ‘teatralizzazione multimediale’ del Ridge Theater di una sinfonia di Michael Gordon, sin dalla prima esibizione in Svizzera nel 2001 Decasia è diventato quella bestia rarissima che è un film sperimentale dal richiamo crossover.

Su un piano, il film è una sorta di test di Rorschach nel quale le immagini in decomposizione si trasformano in macchie di inchiostro animate, pronte a diventare ciò che sceglie lo spettatore, dagli gnomi di giardino agli organi genitali. Su un altro piano, il film offre una sorta di psichedelia alla 2001, un affollarsi di immagini astratte accompagnate dal ronzio ipnotico della colonna sonora di Michael Gordon. […]

Ma Decasia non è in alcun modo un insieme di spezzoni assemblati a caso. Bill Morrison ha chiaramente trascorso molte ore in archivio – al Museum of Modern Art, alla Library of Congress e alla George Eastman House, tra gli altri – cercando esempi particolarmente evocativi di decadimento. Alcune immagini sembrano quasi troppo belle per essere vere, come quando un pugile di inizio Novecento si allena con una chiazza di nitrato in decomposizione che ha cancellato il sacco, oppure quando degli esploratori scoprono quella che sembra un’informe massa aliena che pulsa in una caverna. […]

Pensato come omaggio a Fantasia di Disney, anche Decasia si articola in una serie di movimenti. A unificare le varie sezioni, le immagini ricorrenti di un cinegiornale che mostra la nascita di un film in un laboratorio industriale, il momento in cui emerge dal liquido amniotico della sviluppatrice, nonché il ripetersi di immagini circolari, come un derviscio rotante o un tessitore indiano al telaio. Morrison, che non è un semplice nostalgico, perviene a sottolineare la natura ciclica della creazione. Il nuovo divora il vecchio, e sarà divorato a sua volta.

Dave Kehr, Symphony of Compositions from Decomposition, “The New York Times”, 12 dicembre 2012

Cast and Credits

Mus.: Michael Gordon. Prod.: Hypnotic Pictures. DCP. D.: 67’. Bn.