Cinefilia Ritrovata, Cinema Ritrovato 2017: ‘Una domenica d’agosto’ e le fonti critiche

“Ho cominciato ad amare il cinema in una città immersa nell’acqua: Venezia. Era destino che vivessi l’avventura del mio primo film in una città davanti all’acqua: il mare di Ostia.”

Luciano Emmer

 

Cinema Ritrovato 2017: Una domenica d’agosto e le fonti critiche

Il film è anche l’esordio nel ruolo di produttore dello sceneggiatore Sergio Amidei. Emmer ricorda che il loro primo incontro avviene alla moviola, mentre sta montando il documentario Isole della laguna (1948): ‘Con la sua brusca ed aggressiva timidezza mi chiese: «Hai mai fatto l’aiuto regista di un film?». «No». «Hai mai fatto il Centro Sperimentale?». «No». Rassicurato mi disse a bruciapelo: «Vuoi fare un film con me?».

Continua a leggere il pezzo di Michela Zegna

Cinema Ritrovato 2017: ancora su Domenica d’agosto

7 Agosto, domenica di San Gaetano. Uomini e donne di varia estrazione sociale abbandonano in massa Roma per passare la giornata sulle spiagge del lido di Ostia. Sotto il sole cocente dell’estate si consumano romantici equivoci, sogni di gloria infranti e fragili speranze di un futuro migliore alle soglie del Boom economico. L’esordio alla regia di Luciano Emmer segna il riuscito incontro tra il quasi esaurito Neorealismo e le prime forme di commedia all’italiana, un malinconico racconto corale che è anche un meticoloso spaccato dell’Italia nel Dopoguerra.

Continua a leggere il pezzo di Francesco Cacciatore