Cinefilia Ritrovata, Cinema Ritrovato 2017: focus su ‘Addio giovinezza’ e ‘Le catene della colpa’

I post di CinefiliaRitrovata.it dedicati al Cinema Ritrovato. Come ogni anno il magazine della Cineteca di Bologna seguirà da vicino – e con sguardo critico – gli appuntamenti più salienti in programma.

Cinema Ritrovato 2017: Addio giovinezza!

Esperienza sensoriale magnifica e immaginifica, la proiezione con lanterna al carbone è uno degli appuntamenti del festival irrinunciabili per ogni cinefilo. Alla proiezione del film di Augusto Genina Addio giovinezza!, Daniele Furlati al pianoforte, Franck Bockius alla batteria e Filippo Orefice al clarinetto hanno offerto al pubblico di piazzetta Pasolini un emozionante accompagnamento musicale. Merito, oltre che della bravura dei musicisti, della filologia.

Continua a leggere il pezzo di Alessandro Guatti

Cinema Ritrovato 2017: Le catene della colpa

Si potrebbe parlare per ore di quanto spesso i titolisti italiani si ingannino e ci ingannino; tenetelo a mente se avrete occasione di riscoprire Out of the Past, 1947, seminale noir di Jacques Tourneur. Out of the Past, non Le Catene della Colpa, titolo che a parte l’enfasi pedestre travisa completamente il senso di questo ed altri film del maestro francese proprio nella sua enunciazione più limpida.

“Out of the Past” ha in inglese la doppia accezione di “fuori (via) dal passato” e di qualcosa “che viene (o torna) dal passato”; non c’è modo migliore per riassumere una poetica del nascondersi e dell’incontro che corre lungo tutta la sterminata produzione di Tourneur; la colpa non c’entra niente: il tipico eroe tourneuriano è l’innocente in disperata ed inutile fuga da un male che lo insegue oltre tutti i confini, attraverso i secoli e gli oceani, per poi scovarlo e costringerlo al confronto. Anche quando riconosce l’oscurità dentro di sé, quando si scopre “cattivo”, rimane un puro, travolto suo malgrado dalla propria natura.

Continua a leggere il pezzo di Lorenzo Meloni